premio mazzotti ragazzi vincitori_cover

La Giuria ha selezionato gli elaborati di Rosa Panighel (primo premio), Francesco Zanotto (secondo) e Dante Sessolo (terzo).

La cerimonia conclusiva del concorso letterario promosso dall’Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti e dall’Assessorato alla cultura e pubblica istruzione del Comune di San Polo di Piave, dedicato alle alunne e agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado della sinistra Piave, si è svolta oggi al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso).

Il tema sul quale sono stati invitati a riflettere i ragazzi è quello dei paesaggi naturali e dei paesaggi antropici, forgiati nel tempo dall’azione dell’uomo: la giuria ha selezionato gli elaborati di Rosa Panighel (primo premio), Francesco Zanotto (secondo) e Dante Sessolo (terzo).

Riservato alle alunne e agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado della sinistra Piave, il Premio Mazzotti Ragazzi – oggi sabato 20 aprile al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso) – ha premiato i vincitori della 13ª edizione. Il concorso è stato promosso dall’Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti e dall’Assessorato alla cultura e pubblica istruzione del Comune di San Polo di Piave, con il sostegno della Fondazione “Americo e Vittoria Giol” di San Polo di Piave e di SAVNO srl e in collaborazione con gli Istituti Comprensivi Statali e Paritari di Codogné, Gorgo al Monticano, Mareno di Piave e Vazzola, Motta di Livenza, Oderzo, Ponte di Piave, Salgareda, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, Conegliano 1, 2 e 3, Collegio Brandolini – Rota di Oderzo e Collegio Immacolata di Conegliano.

La Giuria del Premio Mazzotti Ragazzi, presieduta da Lorena Gava e composta da cinque docenti e professionisti legati al mondo della scuola, ha valutato gli 87 elaborati provenienti da 23 classi di 7 istituti comprensivi statali e paritari, che hanno approfondito il tema dei paesaggi naturali e antropici, forgiati nel tempo dall’azione dell’uomo, ed ha selezionato i tre lavori più meritevoli, segnalandone altri che, pur non essendo rientrati nel podio, hanno sviluppato in modo approfondito e originale il tema del concorso.

Sono stati premiati gli elaborati che presentano un vissuto personale e sono maggiormente aderenti alla traccia del tema proposto, rispetto ad altri formalmente più corretti ma meno intimi e genuini o non pertinenti rispetto al titolo. Si ritiene comunque di esprimere un dovuto riconoscimento agli studenti per il lavoro fatto, e ai loro docenti per l’accompagnamento”, ha sottolineato la Giuria.

I vincitori sono risultati Rosa Panighel, classe 3ª C del plesso scolastico “Francesco Amalteo” di Oderzo, per l’elaborato dal titolo “Forse non era davvero San Giovanni” (primo premio); Francesco Zanotto della classe 3ª B del plesso scolastico di Cimadolmo dell’Istituto Comprensivo Statale “Luigi Luzzatti” di San Polo di Piave, per il testo “Volare verso” (secondo premio); e Dante Sessolo della classe 3ª A del plesso scolastico “Ippolito Nievo” di Ponte di Piave dell’Istituto Comprensivo Statale di San Ponte di Piave, per il testo intitolato “La Valle”.

Rosa Panighel ha raccontato come grattacieli tutti uguali e grigi abbiano preso prepotentemente il sopravvento sui ricordi di un mondo semplice e un po’ bucolico che ha vissuto da bambina e al quale ora guarda incredula e sgomenta.

Francesco Zanotto si è invece soffermato sulla trasformazione dell’ambiente naturale ad opera dell’uomo, come l’abbattimento della Bellussèra e il taglio delle verdi siepi, che comportano nefaste conseguenze come la perdita di biodiversità.

Infine, Dante Sessolo ha dato vita a un testo che è quasi una fiaba, dal quale emerge una profonda sensibilità per il paesaggio inteso come bene prezioso che va salvaguardato, difeso e tutelato contro ogni inaudito egoismo e volontà di rovina, in sintonia con il pensiero e le considerazioni di Giuseppe Mazzotti.

Ai primi tre studenti classificati è stata consegnata una borsa di studio in buoni libro: al primo del valore di 300 euro, al secondo di 200 euro e al terzo di 100 euro; inoltre, ciascun vincitore ha ricevuto una medaglia di bronzo con l’effigie di Giuseppe Mazzotti, alcuni libri donati dal Premio e un pc portatile offerto da SAVNO srl.

Accanto ai tre vincitori, la Giuria ha deciso di segnalare i componimenti “Il nostro boschetto” di Alice Bruniera, della classe 3ª B del plesso scolastico “Ippolito Nievo” di Ponte di Piave; “Cambia tutto” di Vanessa Dario, della classe 3ª A del plesso scolastico “F. Ferracini” dell’Istituto Comprensivo Statale di Codognè; e “La mia Belussi” di Leonardo Coassin, della classe 3ª A del plesso scolastico “Guido Gritti” dell’Istituto comprensivo Statale “Luigi Luzzatti” di San Polo di Piave.

Segreteria del Premio Letterario Gambrinus Mazzotti

e-mail: info@premiomazzotti.it

tel: 0422 855609

Koiné Comunicazione

Ilaria Tonetto

Mob. 348 8243386

Ilaria@koinecomunicazione.it